English

Acquista per
Prezzo

Denominazione
  1. Aglianico
  2. Aleatico
  3. Alicante
  4. Alto Adige DOC
  5. Amarone
  6. Asti
  7. Barbaresco
  8. Barbera
  9. Barbera del Monferrato
  10. Bardolino chiaretto
  11. Bardolino DOC
  12. Barolo
  13. Bianco Veronese
  14. Bolgheri
  15. Bolgheri Superiore
  16. Bonarda
  17. Brachetto
  18. Brunello di Montalcino
  19. Cabernet
  20. Cabernet Franc
  21. Cabernet Merlot
  22. Cabernet Sauvignon
  23. Cannonau
  24. Catarratto
  25. Cerasuolo d Abruzzo DOC
  26. Cerasuolo di Vittoria DOCG
  27. Chardonnay
  28. Chianti
  29. Chianti Classico
  30. Chianti Classico Riserva
  31. Cirò
  32. Colli Euganei DOC
  33. Collina del Milanese IGP
  34. Cortese
  35. Cortona DOC
  36. Corvina
  37. Curtefranca DOC
  38. Custoza
  39. Dolcetto d Alba
  40. Durello
  41. Etna DOC
  42. Falanghina
  43. Fiano
  44. Fragolino
  45. Franciacorta
  46. Frappato
  47. Garda DOC
  48. Garganega
  49. Gattinara DOC
  50. Gavi
  51. Gewurztraminer
  52. Greco di Tufo
  53. Grignolino
  54. Grillo IGT
  55. Insolia
  56. Lacryma Christi
  57. Lagrein
  58. Lambrusco
  59. Langhe
  60. Lazio IGT
  61. Lugana
  62. Marche IGT
  63. Maremma Toscana IGT
  64. Marsala
  65. Merlot
  66. Monferrato Dolcetto DOC
  67. Montecucco Rosso
  68. Montepulciano
  69. Montepulciano d Abruzzo
  70. Morellino di Scansano DOCG
  71. Moscato
  72. Moscato d Asti
  73. Moscato di Noto
  74. Muffato di vermentino
  75. Muller Thurgau
  76. Nebbiolo
  77. Nero d Avola
  78. Nero di Troia
  79. Noto Rosso
  80. Oltrepò Pavese DOC
  81. Paestum
  82. Passerina
  83. Passito
  84. Pecorino DOC
  85. Petit Verdot
  86. Pinot
  87. Pinot Grigio
  88. Pinot Nero
  89. Primitivo di Manduria
  90. Prosecco
  91. Prosecco Valdobbiadene
  92. Puglia IGT
  93. Raboso
  94. Recioto
  95. Refosco
  96. Ribolla
  97. Riesling
  98. Roero Arneis
  99. Rosso di Montalcino
  100. Rosso di Valtellina
  101. Rosso Veronese
  102. Salento IGT
  103. San Colombano DOC
  104. Sangiovese
  105. Sangue di Giuda
  106. Sauvignon
  107. Schioppettino
  108. Sforzato di Valtellina DOCG
  109. Sicilia DOC
  110. Sicilia IGT
  111. Soave
  112. Soave Classico
  113. Spumante
  114. Syrah
  115. Taurasi
  116. Toscana IGT
  117. Trebbiano d Abruzzo
  118. Trentino DOC
  119. Trento DOC
  120. Umbria IGT
  121. Valcalepio
  122. Vallagarina IGT
  123. Valpolicella Classico
  124. Valpolicella DOC
  125. Valpolicella Ripasso
  126. Valpolicella Superiore
  127. Valtellina Superiore
  128. Venezia Giulia IGT
  129. Verdicchio
  130. Verduzzo
  131. Vermentino
  132. Vermentino di Sardegna
  133. Vernatsch
  134. Vin Santo
  135. Zibibbo
Regione
  1. Abruzzo
  2. Calabria
  3. Emilia-Romagna
  4. Friuli-Venezia Giulia
  5. Lazio
  6. Liguria
  7. Lombardia
  8. Marche
  9. Molise
  10. Piemonte
  11. Puglia
  12. Sardegna
  13. Sicilia
  14. Toscana
  15. Trentino-Alto Adige
  16. Umbria
  17. Valle d'Aosta
  18. Veneto
  19. Campania
  20. Alto Adige
  21. Basilicata
  22. Trentino
Volume
  1. 0,75 L
  2. 1,5 L
Iscriviti ai Feed RSS

Cirò

Il Cirò è un vino DOC della regione vinicola della Calabria. Considerato uno dei vini più antichi e conosciuti in tutto il mondo, con una storia vinicola millenaria, Cirò rappresenta ancora oggi il vino di punta della Calabria, riconosciuto con Denominazione d'origine controllata già dal 1969.  (continua)

8 Prodotti/o

8 Prodotti/o

Vino Cirò

Il Cirò è un vino DOC della regione vinicola della Calabria. Considerato uno dei vini più antichi e conosciuti in tutto il mondo, con una storia vinicola millenaria, Cirò rappresenta ancora oggi il vino di punta della Calabria, riconosciuto con Denominazione d'origine controllata già dal 1969. I moderni metodi di coltivazione e le migliorate tecniche di vinificazione producono un vino fresco, profondamente aromatico, senza segni di ossidazione. I migliori esempi possono invecchiare per decenni, creando vini scuri e meditabondi, densamente aromatizzati con frutti rossi e neri, catrame e spezie. Il vino Cirò è realizzato ai piedi orientali dell'altopiano della Sila e verso la costa ionica, in provincia di Crotone, nei Comuni di Cirò, Cirò Marina, parte di Crucoli e Melissa.
 

IL VITIGNO DEL CIRò

La viticoltura della Calabria è dominata da due vitigni, il rosso Gaglioppo e il Greco bianco. Tuttavia, i vini ottenuti da queste uve di origine greca possono variare notevolmente nello stile da un vigneto all'altro e molte altre uve vengono spesso utilizzate in piccole quantità per conferire caratteristiche diverse ai vini prodotti. Le uve Gaglioppo, di altissima qualità, provengono da vigneti che impiegano il metodo di formazione della vite a basso alberello, i cui grappoli vengono raccolti a mano. Per ragioni economiche molti vigneti moderni hanno abbandonato questo processo tradizionale, utilizzando invece la tecnica di coltivazione della vite a spalliera.

Mentre i grappoli delle viti a spalliera sono più facili da raccogliere, la qualità del loro frutto è considerata inferiore rispetto a quelli coltivati ​​sulle viti ad alberello. La vicinanza del Mediterraneo è molto importante per la coltivazione del vitigno, in quanto la presenza del mare aiuta a moderare il caldo intenso dell'estate. Il raffreddamento e il riscaldamento della terra nel corso di una giornata estiva provoca brezze che soffiano mattina e pomeriggio, riducendo al minimo il rischio di malattie fungine della vite e migliorando ulteriormente l'idoneità del clima per la viticoltura di qualità. L'uva Gaglioppo è originaria della zona. La polpa dell'uva è leggermente colorata, mentre la buccia è spessa e non possiede molti tannini. Per produrre vini di qualità, i produttori devono essere disposti a lasciare che le uve arrivino a piena maturazione e quindi devono consentire al succo di avere contatto con le bucce per un lungo periodo di tempo per permettergli di assorbire il colore e i tannini e per dare la necessaria struttura al vino.
 

LA VINIFICAZIONE

Le uve coltivate a Cirò producono un vino principalmente rosso, anche se viene fatta una quantità limitata di vino bianco e rosato, utilizzando le uve Greco Bianco e Trebbiano. Tutti i Cirò Rossi sono composti per il 95% da Gaglioppo, mentre il restante 5% proviene dalle varietà bianche Greco Bianco e Trebbiano Toscano. Può essere sorprendente apprendere che un vino rosso intenso del sud Italia possa essere realizzato con una porzione di uve bianche, ma questo non è insolito come potrebbe sembrare: ad esempio i rossi robusti del Rhone Valley (come il Cote Rotie) sono spesso resi più morbidi e seducenti con l'aggiunta di Viognier, a volte fino al 20%. Ci sono cinque designazioni supplementari per il Cirò Rosso: Classico, Superiore, Classico Superiore, Riserva, e Classico Riserva. I primi tre hanno principalmente delle restrizioni geografiche, mentre per ottenere il titolo di Riserva sull'etichetta i vini devono essere invecchiati per 24 mesi prima della commercializzazione.

Il Cirò Rosso Superiore Riserva rappresenta il miglior vino che Cirò, anzi la Calabria, sia in grado di produrre. Questo vino dal colore intenso rubino, gradevole, delicato e corposo necessita di una maturazione di almeno due anni prima della commercializzazione, di cui sei mesi devono essere trascorsi in botti di rovere. I vini Cirò che portano il termine 'Classico' sono prodotti da uve coltivate nel cuore del territorio di competenza e sono universalmente riconosciuti per il loro sapore tannico e corposo, con buona struttura e un alto contenuto di alcool, fino al 14%. Essi sono generalmente destinati al consumo entro cinque anni dalla vendemmia, ma possono richiedere fino a dieci anni di invecchiamento per ammorbidire la struttura tannica negli esemplari più robusti. Oggi ci sono circa una dozzina di produttori di Cirò, con un imbottigliamento di quasi 30.000 ettolitri all'anno, la maggior parte dei quali viene esportato all'estero.
 

GLI ABBINAMENTI DEL CIRò

A livello locale, il Cirò è spesso abbinato con carne di maiale, soprattutto salsiccia, soppressata calabra e salumi. La selvaggina, tra cui il pollame, è un altro alimento in grado di esaltare questo vino. Il Cirò va sorprendentemente bene anche con i frutti di mare ed è l'ideale se servito per accompagnare verdure o pasta. Anche se in Italia i vini raramente sono bevuti senza cibo, il Cirò è tra i pochi in grado di funzionare in questo modo, grazie ad un'acidità unita a livelli di alcol ragionevoli. Il colore della luce di questo vino di per sè potrebbe ingannare facendo credere che si tratti di un vino leggero, quando invece la gradazione alcolica minima parte dall'11% per arrivare ai 14% della Riserva.
 

CIRò: STORIA E TERRITORIO

Probabilmente la prima popolazione a portare l'arte della vinificazione in Calabria furono i greci. Essi chiamarono queste zone 'Enotria', che significa 'terra dove la vite è coltivata in alto sopra la terra'. Ci sono testimonianze che risalgono al 4° secolo a.C. che indicano come un vigneto in questo territorio valesse già all'epoca sei volte il valore di un campo di grano delle stesse dimensioni. In termini topografici, ci sono alcune lunghe aree pianeggianti in prossimità della costa (meno del 10% del totale), tuttavia la maggior parte della Calabria è montuosa. Il mare Ionio ha un effetto moderatore sulle temperature per i vigneti più vicini alla costa, ma la zona rimane abbastanza calda e secca durante il giorno. Grazie all'alta quota, l'abbassamento delle temperature durante la notte permette alle uve di continuare a maturare durante la stagione di crescita. I terreni sono un mix di argilla, sabbia e marna, ideali per la viticoltura. Cirò ha dunque radici millenarie ed è uno dei vini più antichi del mondo prodotto ancora oggi. La leggenda locale vuole che le uve siano state usate in una colonia greca conosciuta oggi come Cirò Marina per produrre la Cremissa (in origne Krimisa), una bevanda di celebrazione offerta come brindisi agli dei da parte dei campioni olimpici dell'antica Grecia.

Questo sito e alcuni servizi terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili per migliorare l'esperienza dell'utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando sul bottone "ok accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. cookie policy
Ok accetto