English

Acquista per
Prezzo

Denominazione
  1. Aglianico
  2. Aleatico
  3. Alicante
  4. Alto Adige DOC
  5. Amarone
  6. Asti
  7. Barbaresco
  8. Barbera
  9. Barbera del Monferrato
  10. Bardolino chiaretto
  11. Bardolino DOC
  12. Barolo
  13. Bianco Veronese
  14. Bolgheri
  15. Bolgheri Superiore
  16. Bonarda
  17. Brachetto
  18. Brunello di Montalcino
  19. Cabernet
  20. Cabernet Franc
  21. Cabernet Merlot
  22. Cabernet Sauvignon
  23. Cannonau
  24. Catarratto
  25. Cerasuolo d Abruzzo DOC
  26. Cerasuolo di Vittoria DOCG
  27. Chardonnay
  28. Chianti
  29. Chianti Classico
  30. Chianti Classico Riserva
  31. Cirò
  32. Colli Euganei DOC
  33. Collina del Milanese IGP
  34. Cortese
  35. Cortona DOC
  36. Corvina
  37. Curtefranca DOC
  38. Custoza
  39. Dolcetto d Alba
  40. Durello
  41. Etna DOC
  42. Falanghina
  43. Fiano
  44. Fragolino
  45. Franciacorta
  46. Frappato
  47. Garda DOC
  48. Garganega
  49. Gattinara DOC
  50. Gavi
  51. Gewurztraminer
  52. Greco di Tufo
  53. Grignolino
  54. Grillo IGT
  55. Insolia
  56. Lacryma Christi
  57. Lagrein
  58. Lambrusco
  59. Langhe
  60. Lazio IGT
  61. Lugana
  62. Marche IGT
  63. Maremma Toscana IGT
  64. Marsala
  65. Merlot
  66. Monferrato Dolcetto DOC
  67. Montecucco Rosso
  68. Montepulciano
  69. Montepulciano d Abruzzo
  70. Morellino di Scansano DOCG
  71. Moscato
  72. Moscato d Asti
  73. Moscato di Noto
  74. Muffato di vermentino
  75. Muller Thurgau
  76. Nebbiolo
  77. Nero d Avola
  78. Nero di Troia
  79. Noto Rosso
  80. Oltrepò Pavese DOC
  81. Paestum
  82. Passerina
  83. Passito
  84. Pecorino DOC
  85. Petit Verdot
  86. Pinot
  87. Pinot Grigio
  88. Pinot Nero
  89. Primitivo di Manduria
  90. Prosecco
  91. Prosecco Valdobbiadene
  92. Puglia IGT
  93. Raboso
  94. Recioto
  95. Refosco
  96. Ribolla
  97. Riesling
  98. Roero Arneis
  99. Rosso di Montalcino
  100. Rosso di Valtellina
  101. Rosso Veronese
  102. Salento IGT
  103. San Colombano DOC
  104. Sangiovese
  105. Sangue di Giuda
  106. Sauvignon
  107. Schioppettino
  108. Sforzato di Valtellina DOCG
  109. Sicilia DOC
  110. Sicilia IGT
  111. Soave
  112. Soave Classico
  113. Spumante
  114. Syrah
  115. Taurasi
  116. Toscana IGT
  117. Trebbiano d Abruzzo
  118. Trentino DOC
  119. Trento DOC
  120. Umbria IGT
  121. Valcalepio
  122. Vallagarina IGT
  123. Valpolicella Classico
  124. Valpolicella DOC
  125. Valpolicella Ripasso
  126. Valpolicella Superiore
  127. Valtellina Superiore
  128. Venezia Giulia IGT
  129. Verdicchio
  130. Verduzzo
  131. Vermentino
  132. Vermentino di Sardegna
  133. Vernatsch
  134. Vin Santo
  135. Zibibbo
Regione
  1. Abruzzo
  2. Calabria
  3. Emilia-Romagna
  4. Friuli-Venezia Giulia
  5. Lazio
  6. Liguria
  7. Lombardia
  8. Marche
  9. Molise
  10. Piemonte
  11. Puglia
  12. Sardegna
  13. Sicilia
  14. Toscana
  15. Trentino-Alto Adige
  16. Umbria
  17. Valle d'Aosta
  18. Veneto
  19. Campania
  20. Alto Adige
  21. Basilicata
  22. Trentino
Volume
  1. 0,75 L
  2. 1,5 L
Iscriviti ai Feed RSS

Montepulciano

Il Vino Nobile di Montepulciano è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montepulciano in provincia di Siena.  (continua)

7 Prodotti/o

7 Prodotti/o

Vino Montepulciano

Il Vino Nobile di Montepulciano è un vino rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) prodotto in Toscana, nel territorio del comune di Montepulciano in provincia di Siena. Non va confuso con il Montepulciano d’Abruzzo DOC, che è un vino abruzzese prodotto con l'omonimo vitigno, a differenza del Vino Nobile di Montepulciano che, invece, è vinificato da un'antica selezione clonale del vitigno Sangiovese detto Prugnolo Gentile. Il Vino Nobile di Montepulciano è uno dei vini più antichi d’Italia. Il Vino Nobile di Montepulciano non può essere immesso in consumo prima del compimento dei due anni di maturazione obbligatoria calcolati a partire dal 1º gennaio dell'anno successivo a quello di produzione delle uve. Il Vino Nobile di Montepulciano, all'atto dell'immissione al consumo, deve possedere le seguenti caratteristiche organolettiche: Colore - rubino tendente al granato con l'invecchiamento; Odore - profumo intenso, etereo, floreale, caratteristico; Sapore - asciutto, equilibrato e persistente, con possibile sentore di legno.
 

IL VITIGNO DEL MONTEPULCIANO

Il vitigno di Montepulciano deriva, come molti altri della zona, direttamente dalla Grecia. Abbiamo notizie dell'apprezzamento di questo vino già dai tempi di Annibale, che lui utilizzava prima degli assedi per dare tempra ai suoi combattenti. 
Nel 1821 e negli anni seguenti abbiamo già notizia della diffusione e commercializzazione di un vino chiamato Montepulciano, prodotto nella vallata di Peligna; questo dato storico è contenuto in un documento assai antico conservato a Pescara da un nobile del territorio. 
Nel corso del tempo la produzione di questo vino aumenta sempre di più ed inizia ad essere apprezzata in tutta Italia. 

Con il modernizzarsi delle tecniche agricole, diventa possibile coltivate il Montepulciano non solamente in Abruzzo ma in qualsiasi altra regione d'Italia, anche se la regione perfetta per accogliere questi vigneti rimane pur sempre la Valle Peligna, che per la sua ricchezza e fertilità venne cantata anche dal poeta Ovidio. La Sotto zona Colline Teramane ha ottenuto nel 2003 la DOCG, mentre altre aree negli anni a seguire hanno ottenuto delle certificazioni di IGP o DOC, e molte altre stanno programmando di richiedere la certificazione DOCG per tutelare e diffondere al meglio il patrimonio secolare di questo vino non solamente in Italia ma anche al di fuori dei confini nazionali.
 

GLI ABBINAMENTI DEL MONTEPULCIANO

Anche per quanto riguarda gli abbinamenti culinari del Montepulciano d'Abruzzo è buona cosa distinguere fra il Montepulciano giovane e quello invecchiato.
Il vino giovane, infatti, si sposa preferibilmente con grigliate di carne, carne di maiale in genere, carne ovina e formaggi non troppo stagionati. Essendo un vino tipicamente di montagna, con il suo carattere accompagna al meglio anche sapori forti come l'arrosto di agnello, piatti romani come l'abbacchio e l'agnello in umido, o anche il cosciotto al forno, tipica ricetta pasquale. 
Un ottimo abbinamento è quello fra il Montepulciano ed uno dei più famosi piatti abruzzesi, i celebri arrosticini di pecora. Il Montepulciano giovane è apprezzabile anche con piatti semplici e veloci della gastronomia italiana, come ad esempio pizza, grigliate o anche il pollo arrosto. Perfetto anche con le sale leggere. 

Il Montepulciano invecchiato, essendo molto più strutturato, richiede una varietà di cibi d'accompagnamento più elaborati. Esso si sposa alla perfezione con grigliate di carne molto elaborate, arrosti farciti, carni rosse nobili, formaggi pecorini e molto stagionati o erborinati.
Il Montepulciano invecchiato spicca anche con il piatto tipico del Vincisgrassi, uno sfornato di tartufi al marsala, e con le polpette e la pasta fresca, specie se assai condita. In generale questo vino si accoppia bene con diverse spezie come rosmarino, timo, salvia e basilico. Il Montepulciano, con il suo sapore deciso ma mai invadente, non teme neppure piatti di cacciagione o quelli molto elaborati, come ad esempio l'ossobuco milanese. 
Sempre più chef sperimentano inoltre l'accostamento fra questo secolare vino della tradizione abruzzese e nuove ricette, come ad esempio la carne marinata in aglio, zenzero, miele, soia e nashi, in perfetto stile orientale. 
Infine il Montepulciano d'Abruzzo non disdegna neppure i dolci, come ad esempio gli Schnitzel con marmellata.
 

MONTEPULCIANO: STORIA E TERRITORIO

Il vitigno Montepulciano, che ha dato il suo nome a questo vino, è presente nelle terre abruzzesi da moltissimi secoli. Nel XVII secolo le prime fonti storiche riportano il nome con il quale oggi conosciamo quest'uva, e ciò testimonia l'antichità di questa coltivazione vinicola. 
Diverse controversie avevano riguardato il nome di questo vitigno, che richiama quello di un paese in provincia di Siena. Tuttavia il vino che veniva prodotto in questa zona non aveva nulla a che spartire con l'uva abruzzese, dato che quest'ultima era ben più tardiva e più longeva, e presentava come prodotto un vino molto carico e profumato. Il vino in questione, prodotto in Toscana, si chiama Nobile di Montepulciano e non deve essere confuso con il protagonista dell'articolo.
Questo sito e alcuni servizi terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili per migliorare l'esperienza dell'utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando sul bottone "ok accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. cookie policy
Ok accetto