English

Acquista per
Prezzo

Denominazione
  1. Aglianico
  2. Aleatico
  3. Alicante
  4. Alto Adige DOC
  5. Amarone
  6. Asti
  7. Barbaresco
  8. Barbera
  9. Barbera del Monferrato
  10. Bardolino chiaretto
  11. Bardolino DOC
  12. Barolo
  13. Bianco Veronese
  14. Bolgheri
  15. Bolgheri Superiore
  16. Bonarda
  17. Brachetto
  18. Brunello di Montalcino
  19. Cabernet
  20. Cabernet Franc
  21. Cabernet Merlot
  22. Cabernet Sauvignon
  23. Cannonau
  24. Catarratto
  25. Cerasuolo d Abruzzo DOC
  26. Cerasuolo di Vittoria DOCG
  27. Chardonnay
  28. Chianti
  29. Chianti Classico
  30. Chianti Classico Riserva
  31. Cirò
  32. Colli Euganei DOC
  33. Collina del Milanese IGP
  34. Cortese
  35. Cortona DOC
  36. Corvina
  37. Curtefranca DOC
  38. Custoza
  39. Dolcetto d Alba
  40. Durello
  41. Etna DOC
  42. Falanghina
  43. Fiano
  44. Fragolino
  45. Franciacorta
  46. Frappato
  47. Garda DOC
  48. Garganega
  49. Gattinara DOC
  50. Gavi
  51. Gewurztraminer
  52. Greco di Tufo
  53. Grignolino
  54. Grillo IGT
  55. Insolia
  56. Lacryma Christi
  57. Lagrein
  58. Lambrusco
  59. Langhe
  60. Lazio IGT
  61. Lugana
  62. Marche IGT
  63. Maremma Toscana IGT
  64. Marsala
  65. Merlot
  66. Monferrato Dolcetto DOC
  67. Montecucco Rosso
  68. Montepulciano
  69. Montepulciano d Abruzzo
  70. Morellino di Scansano DOCG
  71. Moscato
  72. Moscato d Asti
  73. Moscato di Noto
  74. Muffato di vermentino
  75. Muller Thurgau
  76. Nebbiolo
  77. Nero d Avola
  78. Nero di Troia
  79. Noto Rosso
  80. Oltrepò Pavese DOC
  81. Paestum
  82. Passerina
  83. Passito
  84. Pecorino DOC
  85. Petit Verdot
  86. Pinot
  87. Pinot Grigio
  88. Pinot Nero
  89. Primitivo di Manduria
  90. Prosecco
  91. Prosecco Valdobbiadene
  92. Puglia IGT
  93. Raboso
  94. Recioto
  95. Refosco
  96. Ribolla
  97. Riesling
  98. Roero Arneis
  99. Rosso di Montalcino
  100. Rosso di Valtellina
  101. Rosso Veronese
  102. Salento IGT
  103. San Colombano DOC
  104. Sangiovese
  105. Sangue di Giuda
  106. Sauvignon
  107. Schioppettino
  108. Sforzato di Valtellina DOCG
  109. Sicilia DOC
  110. Sicilia IGT
  111. Soave
  112. Soave Classico
  113. Spumante
  114. Syrah
  115. Taurasi
  116. Toscana IGT
  117. Trebbiano d Abruzzo
  118. Trentino DOC
  119. Trento DOC
  120. Umbria IGT
  121. Valcalepio
  122. Vallagarina IGT
  123. Valpolicella Classico
  124. Valpolicella DOC
  125. Valpolicella Ripasso
  126. Valpolicella Superiore
  127. Valtellina Superiore
  128. Venezia Giulia IGT
  129. Verdicchio
  130. Verduzzo
  131. Vermentino
  132. Vermentino di Sardegna
  133. Vernatsch
  134. Vin Santo
  135. Zibibbo
Regione
  1. Abruzzo
  2. Calabria
  3. Emilia-Romagna
  4. Friuli-Venezia Giulia
  5. Lazio
  6. Liguria
  7. Lombardia
  8. Marche
  9. Molise
  10. Piemonte
  11. Puglia
  12. Sardegna
  13. Sicilia
  14. Toscana
  15. Trentino-Alto Adige
  16. Umbria
  17. Valle d'Aosta
  18. Veneto
  19. Campania
  20. Alto Adige
  21. Basilicata
  22. Trentino
Volume
  1. 0,75 L
  2. 1,5 L
Iscriviti ai Feed RSS

Passito

Il vino Passito è un tipo di vino dolce, dal gusto intenso, sciropposo e vivace, ottenuto grazie alla vinificazione dell'uva, raccolta in ritardo rispetto alle normali vendemmie e fatta appassire. I grappoli d'uva sono lasciati più tempo sull'albero, in modo che l'acqua contenuta nei chicchi evapori e si concentri una quantità di zuccheri maggiore durante l'appassimento.  (continua)

15 Prodotti/o

15 Prodotti/o

Vino Passito

Il vino Passito è un tipo di vino dolce, dal gusto intenso, sciropposo e vivace, ottenuto grazie alla vinificazione dell'uva, raccolta in ritardo rispetto alle normali vendemmie e fatta appassire. I grappoli d'uva sono lasciati più tempo sull'albero, in modo che l'acqua contenuta nei chicchi evapori e si concentri una quantità di zuccheri maggiore durante l'appassimento. La vendemmia può avvenire in ottobre, ma anche a novembre o addirittura a gennaio, quando il freddo ghiaccia gli acini, donando "vini ghiacciati" quali gli Eiswein. Dopo l'appassimento, i chicchi saranno pigiati e messi a fermentare con parte delle bucce nei vinaccioli.
 

Il vitigno del Passito

Realizzato con uve generalmente aromatiche, di colore giallo o rosato, quali le uve Moscate delle Valli Bagnario di Strevi o quelle della Malvasia, il vino Passito che ne deriva ha un colore ambrato dorato, dal sapore zuccherino e dalla profumazione di frutta matura, che si rifà al tipico odore della frutta sciroppata, della frutta esotica e del miele.
I vitigni poco aromatici, quali quelli di Albana, Bosco e Corvino Genovese, danno origine ad un Passito storico, l'uva vespaiola in Veneto dà origine al Torcolato, in Piemonte ritroviamo l'erbaluce. La scelta di uva rossa conferisce al prodotto un bel colore caldo rubino, tendente al granata. L'Aleatico di Gradoli o l'Aleatico di Puglia sono a Denominazione di Origine Controllata ed hanno un sapore dolce naturalmente liquoroso, non sono molto alcolici e sono dotati di un aroma delicato, che con l'età diventa più intenso. I passiti del sud prodotti in Sicilia, risultano più agrumati e presentano note di arancia candita, abbinabili perfettamente ai dolci tipici della zona.
 

L'appassimento dell'uva

La fase dell'appassimento tradizionale consiste nel lasciare le uve direttamente sull'albero, preservando la loro composizione aromatica, in modo da evitare la contaminazione batterica e far essiccare i chicchi in modo graduale. La raccolta avverrà con ritardo rispetto alla classica vendemmia, anche con un ritardo di ben 80 giorni, come accade per l'Aleatico di Gradoli DOC, che ha origine nelle terre laziali.
Nelle regioni del meridione si effettua invece l'appassimento artificiale, quando le uve raccolte tardivamente, sono fatte essiccare stendendole al sole. Una tecnica più moderna di appassimento consiste invece nell'adagiare le uve su graticci, collocati in appositi locali, che svolgono una ventilazione dell'uva, mediante il controllo climatico costante. Con una temperatura di 30° ed un'umidità del 60%, i tempi di appassimento si riducono dagli 80 giorni ai soli 10 giorni. Anche se questa tecnica è artificiale, l'appassimento avviene più velocemente e si tengono maggiormente sotto controllo le uve, evitando che quest'ultime marciscano o si ammuffiscano.
 

L'ammuffimento degli acini

Gli acini che vengono lasciati appassire spesso sono attaccati da una muffa nobile, non nociva, la Botrytis cinerea. Questa botrite, che si forma sulla buccia dell'acino, in particolari condizioni climatiche, non deve intaccare l'interno dell'acino, altrimenti porta il chicco al marciume. Tenuta a bada, questa muffa diventa efficace, in quanto genera una gran quantità di micro-forellini sulla buccia, che permettono una maggiore e più veloce evaporazione dell'acqua interna, facilitando l'appassimento. L'azione benefica di questa muffa "nobile" si riscontra anche nella produzione di glicerina, che consuma gli acidi presenti nella frutta e conferisce una profumazione più intensa. I più famosi vini muffati sono i Sauternes, realizzati a sud di Bordeaux, dove si riscontrano condizioni climatiche ottimali, dovute soprattutto all'umidità autunnale di ottobre che, con la presenza di nebbie fitte, spazzate via da venti secchi e dal sole, facilitano l'appassimento dell'uva. In Italia rileviamo solo in Umbria la presenza benefica delle muffe che danno origine al Muffato della Sala, vino passito prodotto ad Antinori. Il vino Passito muffato è particolarmente aromatico, meno dolce del classico Passito e leggermente più acidulo, elegante e speziato.
 

Gli abbinamenti del Passito

Corposo, dolce e dal sapore caramellato, il vino Passito è protagonista in tavola, soprattutto se bevuto per concludere il pasto, da accompagnamento ai prelibati dessert o quando lo si vuole bere nei momenti di relax o meditazione. Il profumo del Passito, caratteristico, etereo, caldo e armonioso, dotato di un gusto liquoroso, è da abbinare con dolci a base di miele, ideale per accompagnare torte al cioccolato, crostate di frutta, pasticceria secca e dessert. Con un pò di fantasia e un occhio attento al gusto, si può abbinare un buon Moscato Rosa dell'Alto Adige ad un foie gras o a un paté d'anatra, per esaltare la degustazione raffinata di pietanze eccellenti. Il vino Passito è anche in grado di aprire i pasti, sorseggiandolo goccia a goccia insieme ad antipasti, quali ostriche e aragoste. Vino edonistico per antonomasia, il Passito si sposa benissimo con il formaggio, come il bleu d'Aoste con il formaggio gorgonzola o con i pecorini non troppo stagionati.
 

Passito: storia e territorio

Strevi in Valle Bagnario è il cuore della coltivazione delle uve moscate, che danno origine al vino Passito. Qui si svolge un'importante produzione enologica di Passito, dove le coltivazioni d'uva sono immerse in un paesaggio collinare verde e rigoglioso. La struttura del territorio, dotata di un terreno argilloso e calcareo, offre vigneti selezionati, grazie al micro-clima ideale, che conferisce all'uva corposità ed un aroma unico. Di qui la denominazione conferita alla Valle Bagnario di " Valle degli Sceicchi", proprio per il profumo inebriante delle sue uve. Il vino Passito ha una storia legata al suo territorio: denominato nel 1078 " Vino da messa liquoroso", era spesso utilizzato nelle cerimonie religiose degli Abati dell'epoca.
 

Questo sito e alcuni servizi terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili per migliorare l'esperienza dell'utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando sul bottone "ok accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. cookie policy
Ok accetto