Franciacorta vendita online - Winezon
English

Acquista per
Prezzo

Denominazione
  1. Aglianico
  2. Aleatico
  3. Alicante
  4. Alto Adige DOC
  5. Amarone
  6. Asti
  7. Barbaresco
  8. Barbera
  9. Barbera del Monferrato
  10. Bardolino chiaretto
  11. Bardolino DOC
  12. Barolo
  13. Bianco Veronese
  14. Bolgheri
  15. Bolgheri Superiore
  16. Bonarda
  17. Brachetto
  18. Brunello di Montalcino
  19. Cabernet
  20. Cabernet Franc
  21. Cabernet Merlot
  22. Cabernet Sauvignon
  23. Cannonau
  24. Catarratto
  25. Cerasuolo d Abruzzo DOC
  26. Cerasuolo di Vittoria DOCG
  27. Chardonnay
  28. Chianti
  29. Chianti Classico
  30. Chianti Classico Riserva
  31. Cirò
  32. Colli Euganei DOC
  33. Collina del Milanese IGP
  34. Cortese
  35. Cortona DOC
  36. Corvina
  37. Curtefranca DOC
  38. Custoza
  39. Dolcetto d Alba
  40. Durello
  41. Etna DOC
  42. Falanghina
  43. Fiano
  44. Fragolino
  45. Franciacorta
  46. Frappato
  47. Garda DOC
  48. Garganega
  49. Gattinara DOC
  50. Gavi
  51. Gewurztraminer
  52. Greco di Tufo
  53. Grignolino
  54. Grillo IGT
  55. Insolia
  56. Lacryma Christi
  57. Lagrein
  58. Lambrusco
  59. Langhe
  60. Lazio IGT
  61. Lugana
  62. Marche IGT
  63. Maremma Toscana IGT
  64. Marsala
  65. Merlot
  66. Monferrato Dolcetto DOC
  67. Montecucco Rosso
  68. Montepulciano
  69. Montepulciano d Abruzzo
  70. Morellino di Scansano DOCG
  71. Moscato
  72. Moscato d Asti
  73. Moscato di Noto
  74. Muffato di vermentino
  75. Muller Thurgau
  76. Nebbiolo
  77. Nero d Avola
  78. Nero di Troia
  79. Noto Rosso
  80. Oltrepò Pavese DOC
  81. Paestum
  82. Passerina
  83. Passito
  84. Pecorino DOC
  85. Petit Verdot
  86. Pinot
  87. Pinot Grigio
  88. Pinot Nero
  89. Primitivo di Manduria
  90. Prosecco
  91. Prosecco Valdobbiadene
  92. Puglia IGT
  93. Raboso
  94. Recioto
  95. Refosco
  96. Ribolla
  97. Riesling
  98. Roero Arneis
  99. Rosso di Montalcino
  100. Rosso di Valtellina
  101. Rosso Veronese
  102. Salento IGT
  103. San Colombano DOC
  104. Sangiovese
  105. Sangue di Giuda
  106. Sauvignon
  107. Schioppettino
  108. Sforzato di Valtellina DOCG
  109. Sicilia DOC
  110. Sicilia IGT
  111. Soave
  112. Soave Classico
  113. Spumante
  114. Syrah
  115. Taurasi
  116. Toscana IGT
  117. Trebbiano d Abruzzo
  118. Trentino DOC
  119. Trento DOC
  120. Umbria IGT
  121. Valcalepio
  122. Vallagarina IGT
  123. Valpolicella Classico
  124. Valpolicella DOC
  125. Valpolicella Ripasso
  126. Valpolicella Superiore
  127. Valtellina Superiore
  128. Venezia Giulia IGT
  129. Verdicchio
  130. Verduzzo
  131. Vermentino
  132. Vermentino di Sardegna
  133. Vernatsch
  134. Vin Santo
  135. Zibibbo
Regione
  1. Abruzzo
  2. Calabria
  3. Emilia-Romagna
  4. Friuli-Venezia Giulia
  5. Lazio
  6. Liguria
  7. Lombardia
  8. Marche
  9. Molise
  10. Piemonte
  11. Puglia
  12. Sardegna
  13. Sicilia
  14. Toscana
  15. Trentino-Alto Adige
  16. Umbria
  17. Valle d'Aosta
  18. Veneto
  19. Campania
  20. Alto Adige
  21. Basilicata
  22. Trentino
Volume
  1. 0,75 L
  2. 1,5 L
Iscriviti ai Feed RSS

Franciacorta

Il Franciacorta è uno spumante a DOCG la cui produzione è consentita in provincia di Brescia. Prende il nome dall'omonima zona, la Franciacorta. La caratteristica fondamentale del Franciacorta è che l'unico metodo ammesso per la presa di spuma è quello tradizionale ovvero la rifermentazione in bottiglia (quella utilizzata da 3 secoli in Champagne), detto anche metodo classico.  (continua)

44 Prodotti/o

Pagina:

44 Prodotti/o

Pagina:

Vino Franciacorta

La Franciacorta è una regione italiana collinare, situata nel Nord della penisola. È famosa per la sua alta e prelibata produzione vinicola (spiccata è la vocazione spumantistica); la Franciacorta è una zona ricca in colline e prati verdi, geograficamente situata tra la Provincia Sud della città di Brescia (in Lombardia) ed un’estremità Sud del Lago di Iseo. Sulle verdi colline in Franciacorta, i vigneti videro la loro "alba" decine di secoli indietro: a prova di questo, vi sono numerose testimonianze indirette. In primis, alcuni stupefacenti ritrovamenti di semi di acini d’uva che, secondo i più esperti archeologi, risalgono alla Preistoria. Inoltre, sono state rinvenute e studiate numerose testimonianze di autori antichi (esemplari le deposizioni di Plinio, Columella, Virgilio e tanti altri) riguardanti la consumazione di bevande alcoliche; per di più, svariati reperti scritti ed archeologici ci rendono consci che molti popoli antichi, tra cui i Romani ed i Longobardi, risiedettero più volte in Franciacorta, dedicandosi alla produzione ed al consumo di vini e spumanti. I materiali più importanti per studiare e valutare la storia della Franciacorta sono proprio i ritrovamenti di origine romana: essi sono composti da scritte funerarie, militari, celebrative e festive, ma anche religiose e pagane. Un sito archeologico più unico che raro, ad esempio, fu trovato nei pressi di Erbusco (provincia di Brescia), ora trasferito nel centro della città.
Alcune altre importanti testimonianze indirette (scritte) riguardano la realizzazione di vini mordaci, risalenti al 1500 (metà del Sedicesimo secolo), nonché di vini fermi. 
 

Il territorio dei vini della Franciacorta

Dal punto di vista del suolo, del territorio e della sua geografia. Innanzitutto è importante sapere che la Franciacorta attualmente, come terreni, comprende un territorio che si estende sulla superficie di numerosi comuni: parliamo dei paesi Adro, Capriolo, Castegnato, Cazzago San Martino, Cellatica, Cologne, Paratico, Corte-Franca, Gussago, Monticelli Brusati, Passirano, Ome, Ospitaletto, Paderno Franciacorta, Erbusco, Provaglio d'Iseo, Rodengo-Saiano, Coccaglio, Iseo ed infine Rovato. Tutti questi comuni sono localizzati all’interno della provincia della città di Brescia, in Lombardia. 
Il territorio della Franciacorta è composto per la maggior parte da colline di bassa altitudine; originariamente (si parla di secoli e secoli indietro) la regione lombarda era interamente –o quasi- ricoperta di boschi ed alberi, ma nel tempo ha subito fenomeni di disboscamento. Ora, al giorno d’oggi, i numerosi vigneti e le cantine dei produttori rendono caratteristico il paesaggio.
Gli enti locali, le istituzioni ed i produttori vinicoli stessi si sono sempre messi d’impegno nel custodire l'aspetto paesaggistico e conservativo della Franciacorta, sia da un punto di vista ambientale, che da un punto di visto prettamente storico e culturale (antichi monasteri e chiese, abbazie, ville e castelli medievali). 
 

Caratteristiche organolettiche

Lo spumante Franciacorta è godibile in differenti livelli di sapore dolce (percentuale di saccarosio) ma anche in stili diversi: tutti questi fattori rendono i vini Franciacortini molto versatili, il che significa che possiamo trovare un vino Franciacorta su un tavolo da pranzo, da cena, da cerimonia oppure da aperitivo e da dessert. Vediamo, a seconda della tipologia di vino D.O.C.G quali sono i migliori abbinamenti culinari eno-gastronomici per alcuni dei più famosi vini della Franciacorta.
 

Franciacorta Non Dosato 

Lo spumante Franciacorta Non Dosato è sicuramente il più secco fra quelli fruibili nel mercato della Franciacorta: infatti, possiede un residuo zuccherino minimo e impercepibile. Proprio per questo motivo, il Non Dosato viene spesso e volentieri sfruttato come eccellente bevanda alcolica accompagnatrice negli aperitivi. Non solo, ma risulta piacevole anche negli accompagnamenti di tutti quelli che sono gli antipasti salati, specialmente se si tratta di antipasti a base di pesce, molluschi, crostacei, vegetali o formaggi.
 

Franciacorta Satèn

Il Franciacorta Satèn viene prodotto unicamente dalla raccolta e dalla lavorazione di acini di uva bianca della zona. Per totale merito della sua eleganza, del delicato sapore e della sua leggerezza (nonché della sua digeribilità), il Satèn solitamente trova ruolo di servizio durante gli aperitivi, oppure abbinato agli antipasti ed ai primi piatti (questo se i primi piatti possiedono una base di pesce).
Il Franciacorta Satèn può accompagnare anche le carni bianche, oppure dei secondi piatti leggeri e salutari, come ad esempio uno sformato di verdure. Non è adeguato ai dolci, ai dessert oppure ai pasti più pesanti.
 

Franciacorta Brut

Il Franciacorta Brut è uno dei più famosi vini dell’omonima regione vinicola bresciana: incrementato nel suo valore e nel suo organismo dalla stessa uva del Pinot Nero, il Franciacorta Brut è un buonissimo accompagnatore di primi piatti eleganti e delicati. Parliamo, dunque, di piatti a base di pesce fresco e di verdure (come ratatouille o risotti) ma anche di piatti meno eleganti (come ad esempio il pesce o le verdure alla griglia).Anche questo vino si riconosce bene nell’accompagnare le carni più leggere, ma a differenza dei primi due, il Brut non "disdegna" di esser degustato anche con carni più pesanti: ecco, quindi, un vino che guida perfettamente la carne rossa, gli arrosti e così via. È adeguato anche a piatti ricchi, elaborati e complessi.
 

Franciacorta Rosé 

Infine, parliamo del favoloso Franciacorta Rosé: questo delicatissimo vino è un ottimo accompagnatore di antipasti basati sulla presenza di salumi saporiti e di primi piatti ricchi in carne, funghi, verdure e pesce.
Si tratta dunque di un vino elegante per le sue caratteristiche al gusto ed all'olfatto, ma anche molto versatile per le sue peculiarità organolettiche. A ragione di questo, il Rosé della Franciacorta può essere facilmente accostato anche con piatti "pesanti" (come, ad esempio, delle carni rosse) oppure addirittura ad altri vini: ad esempio, il Franciacorta Demi-Sec. Quest’ultimo vino è una bevanda dolce, delicata e pungente: grazie al suo sapore sottile e zuccherino, il Franciacorta Demi-Sec si accosta alla perfezione con qualsiasi dessert elegante a base di crema, di frutta o di pasta dolce.
 

Temperatura di servizio e abbinamento bicchiere

 Molti non ne sono al corrente, ma è importante sapere che è stato concepito, poco tempo fa, uno specifico ed adeguato calice per il servizio dei vini della regione Franciacorta. Questo "bicchiere", unico, è facilmente individuabile grazie alla presenza di una stampa del simbolo della Franciacorta: si tratta della caratteristica lettera "F" a carattere merlato, che resta impressa sulla base di ciascuno dei calici tipici per la degustazione. La coppa  possiede un volume ampio, è decisamente dalla forma slanciata ed è stata appositamente studiata per consentire uno sviluppo corretto del perlage dello spumante bresciano. Al contempo, il calice presenta una forma definita a "tulipano", ovvero è arrotondata e consente uno sviluppo graduale e corretto dell’aroma della bevanda alcolica lombarda. La variabilità della temperatura di consumo dei Franciacorta varia tra 6° e 10° (4° ed 8° per il servizio) in base al grado di “invecchiamento" del metodo classico.

 


 

Questo sito e alcuni servizi terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili per migliorare l'esperienza dell'utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, o cliccando sul bottone "ok accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. cookie policy
Ok accetto